Questa pagina è parte integrante del sito Boxerweb © 2004

REGOLAMENTO
DELLE PROVE DI 1° 2° 3° BREVETTO - (Sch)
BREVETTI DI PISTA 1 e 2 FCI - (FH1) - (FH2 FCI)
(Approvato dal Consiglio Direttivo dell'E.N.C.I. 24.7.97 in vigore dal 1.1.98)

 



SEZIONE "C"


3 - ESERCIZI DI DIFESA
(massimo dei punti disponibili 100)


Norme generali che disciplinano gli esercizi della sezione "C"

 

Misure del campo e disposizione dei nascondigli
Disposizione oggetti in campo

Il terreno di prova dovrà misurare circa 100 metri di lunghezza e 80 di larghezza. In esso sono predisposti in modo alternato 6 nascondigli, tre alla destra e tre alla sinistra, nel senso della lunghezza del terreno. La distanza fra ciascuno di loro sarà di circa 30 metri. I nascondigli di destra e quelli di sinistra si troveranno alla distanza di circa 30 metri dalla linea mediana del campo.
Non è permessa la rinuncia alla ricerca con l'invio diretto del cane al nascondiglio in cui si trova il figurante.

 

Misure e disposizione dei nascondigli in campo.

Comandi di cessazione

Per ogni azione di cessazione è ammesso un solo comando, ("Lascia").
Al conduttore sono consentiti 3 comandi supplementari; il primo impartito autonomamente dal conduttore, il 2°, 3° e 4° comando solo su indicazione del giudice.

Avvicinamento del conduttore al cane in vigilanza

Dopo la cessazione, su indicazione del giudice, il conduttore si reca al fianco del cane. L'avvicinamento deve avvenire al passo normale e per la via più breve. Prima dell'inizio di ogni accompagnamento il conduttore deve far assumere al cane la posizione base con il comando "Seduto".

Comportamento del Conduttore giunto al fianco del cane in vigilanza

  • se il cane é in piedi; il conduttore giunto al fianco del cane con il comando "Seduto" farà assumere al cane la posizione base

  • se il cane é seduto; il conduttore giunto al fianco del cane con il comando "Seduto" può confermare la posizione al cane.

  • se il cane é a terra; il conduttore giunto al fianco del cane può lasciare il cane in questa posizione, anche il questo caso il conduttore può confermare al cane la posizione con il comando "Terra", in questo caso prima di ogni spostamento il cane dovrà assumere la posizione di seduto al fianco del conduttore.


Ogni azione ritardata del cane dopo il comando di cessazione impartita dal conduttore e ogni altro comando supplementare devono essere valutati come segue:

Penalizzazioni
Se nell'esercizio di "Difesa del cane e del Conduttore" (lanciato) il cane
non mantiene la posizione base, la penalizzazione sarà fino a 3 punti.
Per ritardi di esecuzione e comandi supplementari le penalizzazioni
saranno fino a punti:
Azioni Tarda a lasciare 1 Comando
supp.re
1 Comando
supp.re
e tarda
2 Comandi
supp.ri
2 Comandi
supp.ri
e tarda
3 Comandi
supp.ri
Dopo il 3° Comando supp.re se il cane non esegue,
la prova viene interrotta
Penalità - 0.5 - 3 - 3.5 - 6 - 6.5 - 9

 

Esercizi - Punteggi - Comandi
 

1° Brevetto

Esercizi Ricerca Aff.to/abbaio Condotta Improvviso Lanciato
Punti 5 10 5 40 40
Comandi "Vai"o"Revir", "Vieni" nessun comando "Piede" un aiuto "bravo", "Lascia" "Attacca"
"Lascia"
Il comando"Piede" è consentito per ogni azione che prevede la posizione base.
 

2° e 3° Brevetto

Esercizi Comandi 2°Brevetto punti 3°Brevetto punti
Ricerca "Vai" o "Revier",
"Vieni", "Vai" o "Revier"
5 5
Affronto-abbaio "Piede" 10 10
Fuga "Lascia" 10 10
Affronto al cane "Lascia" 20 20
Accompagnato da tergo "Piede" 5 5
Affronto al conduttore "Lascia" 20 15
Lanciato "Attacca", "Lascia" 30 20
Affronto al cane "Lascia" - 15
Il comando"Piede" è consentito per ogni azione che prevede la posizione base.

 



Accompagnamenti

Nell'accompagnamento da tergo, conduttore e cane devono mantenere una distanza dal figurante di circa 5 passi. Il percorso viene indicato al figurante dal giudice. Il cane durante l'accompagnamento deve vigilare attentamente il figurante.
Nell'accompagnamento verso il giudice, il cane deve camminare fra conduttore e figurante, durante l'accompagnamento il cane deve vigilare attentamente il figurante.

 

Combattività e istinto di lotta

Le doti caratteriali del cane al termine delle prove di difesa saranno espresse dal giudice con i seguenti attributi:

  • "Pronunciato"

  • "Presente"

  • "Insufficiente".


Detti attributi devono essere trascritti nel libretto delle qualifiche del cane con le sigle:

  • "PR" = Pronunciato

  • "PS" = Presente

  • "IN" = Insufficiente.



Ottiene la qualifica di Pronunciato il cane che nella sezione "C" dimostri:
Affronto - Abbaio
- affronto eseguito con attenzione, interesse e vicino al figurante, nessuna distrazione o atteggiamenti di nervosismo. Abbaio immediato, forte e costante.
Fasi di attacco
- reazioni rapide, il cane che dimostra sicurezza di sé, un morso sicuro forte privo di nervosismo.
Vigilanze
- interessate e senza distrazioni.

Comportamento del cane nell'affronto del figurante

Se il cane scovato il figurante lo abbandona per far ritorno al conduttore prima che questi abbia lasciato la linea mediana del campo il conduttore, su indicazione del giudice può inviare con il comando il cane una seconda volta. Se il cane, dopo il secondo invio, esegue l'affronto l'esercizio può continuare, ma in questo caso l'esercizio dovrà essere valutato "Insufficiente"
Se nonostante il secondo invio il cane non esegue l'affronto, abbandona il figurante o non dimostra interesse, l'esercizio di difesa verrà interrotto.
Se il cane va incontro al conduttore mentre questi - dopo l'autorizzazione del giudice - è in fase di avvicinamento, l'esercizio di affronto dovrà essere valutato solo parzialmente.

 

Richiamo al piede dopo affronto e abbaio - 2° e 3° Brevetto

Effettuato dal cane l'esercizio di affronto e abbaio, al richiamo al piede da parte del conduttore se il cane dopo il terzo comando non esegue. Su indicazione del giudice il conduttore va a riprendere il cane senza mettere il guinzaglio. In questo caso l'esercizio di affronto viene valutato insufficiente.
Se dopo l'affronto e abbaio il cane prima del comando del conduttore abbandona la vigilanza per andare al suo fianco, l'esercizio di affronto deve essere valutato parzialmente.

Fuga

Se il cane non rincorre il figurante, su indicazione del giudice, il conduttore si reca dal cane e con il cane al piede lo pone difronte al figurante per l'esercizio successivo (Affronto al Cane). In questo caso dell'esercizio di "Fuga" sarà valutato zero punti.

Presentazioni

  • 1° Brevetto
    Il conduttore si presenta al giudice con il cane al guinzaglio e si pone nella posizione base, quindi, su indicazione del giudice, si reca con il cane al piede al punto di partenza indicato dal giudice.
    Raggiunto il punto del campo indicato dal giudice e assunta la posizione base toglie il guinzaglio al cane e lo mette a tracolla.
    Al termine degli esercizi il conduttore si presenta al giudice con il cane al guinzaglio. Dopo la presentazione finale il figurante lascia il terreno di prova.

  • 2° Brevetto
    Il conduttore si presenta al giudice con il cane al guinzaglio e nella posizione base, quindi, dopo la presentazione toglie il guinzaglio al cane e lo mette a tracolla e, con il cane libero al piede si reca al punto di partenza indicato dal giudice.
    A termine degli esercizi il conduttore si presenta al giudice con il cane libero dal guinzaglio. Dopo la presentazione finale il cane viene messo al guinzaglio e il figurante lascia il terreno di prova.

  • 3° Brevetto
    Il conduttore si presente al giudice con il cane libero dal guinzaglio e nella posizione base, quindi, con il cane libero al piede si reca al punto di partenza indicato dal giudice.

 

L'esercizio viene interrotto 2° e 3° Brevetto

Se il cane durante la fase di presentazione o trasferimento per raggiungere il punto indicato dal giudice per iniziare la ricerca si allontana dal conduttore per recarsi dal figurante ad abbaiare o a mordere, sono consentiti al conduttore tre richiami a voce per rimettere il cane sotto controllo. Se nonostante i tre richiami il cane non fa ritorno dal conduttore la prova di difesa viene interrotta.
A termine degli esercizi il conduttore si presenta al giudice con il cane libero dal guinzaglio. Dopo la presentazione il cane viene messo al guinzaglio e il figurante lascia il terreno di prova.

 

1°- 2°- 3° Brevetto

Dopo la presentazione durante il commento del giudice il conduttore può far assumere al cane la posizione di "Terra".

 



DESCRIZIONE DEGLI ESERCIZI

1° Brevetto


Ricerca:

Punti 5 - (Comandi: "Vai" - "Revier" - "Vieni" o il "Nome" del cane) La ricerca consiste nell'esplorazione di 2 nascondigli (figurante appostato al 2° nascondiglio - (vedi schema).

Al comando del conduttore "Vai", il cane dalla posizione base deve dirigersi ad andatura veloce, verso il nascondiglio indicatogli, esplorarlo o girargli dietro mentre il conduttore cammina in avanti sulla linea mediana del campo. Effettuata l'esplorazione, del 1° nascondiglio, il conduttore, con il comando "Vieni" richiama il cane e, senza che il cane interrompa la corsa, al comando "Vai "invia il cane ad esplorare il 2° nascondiglio dalla parte opposta del campo. Il comando può essere accompagnato dal gesto del braccio per indicare al cane il nascondiglio da esplorare.
Il cane deve esplorare in modo sollecito, con tenacia e attentamente, guardando dietro al nascondiglio, oppure girandogli attorno a stretto raggio.

1° Brevetto
Percorso del cane e posizioni corrette del conduttore.

Percorso del cane


Affronto e Abbaio:
Punti 10 (non sono ammessi comandi)

Il cane, scovato il figurante, lo deve affrontare e segnalare abbaiando con continuità verso di lui. Il cane non deve ne' toccare ne' mordere il figurante ma attendere il conduttore senza distrazioni o interrompere l'abbaio. Quando il cane raggiunge il nascondiglio presso il quale si trova il figurante il conduttore si deve fermare nella linea mediana del campo e attendere indicazioni dal giudice.
Solo su indicazione del giudice il conduttore al passo normale si avvicina al nascondiglio presso il quale si trovano cane e figurante, si pone alla destra del cane, lo prende per il collare e lo trattiene, successivamente, ordina al figurante di uscire.
Mentre il conduttore trattiene il cane rimanendo nascosto dietro al nascondiglio, il figurante esce dal nascondiglio e raggiunge uno dei nascondigli, indicatogli dal giudice, posto a circa 30 metri da quello in cui è avvenuto l'affronto e abbaio.

 

Condotta verso il nascondiglio:
Punti 5 - (Comando: "Piede")

Su indicazione del giudice, il conduttore con il cane al piede libero dal guinzaglio esce dal nascondiglio e esegue una condotta senza guinzaglio dirigendosi verso il nascondiglio in cui si è nascosto il figurante. Il cane durante la condotta deve rimanere al fianco del conduttore senza interventi manuali o comandi a voce del conduttore.

 

Difesa (attacco improvviso):
Punti 40 (Comando: "Lascia")

Quando conduttore e cane sono giunti alla distanza di 5/6 passi, dal nascondiglio, su indicazione del giudice, il figurante esce dal nascondiglio dirigendosi verso il conduttore minacciandolo armato di bastone flessibile. Il cane dovrà reagire con energia e rapidità afferrando la manica con presa forte e sicura interrompendo la corsa del figurante. Quando il cane avrà ben afferrato la manica il figurante colpirà due volte il cane con il bastone flessibile. Durante tutta la fase di attacco il conduttore non può seguire il cane, ma deve rimanere fermo sul posto, è concesso al conduttore di incoraggiare, moderatamente, a voce il cane. Su indicazione del giudice il figurante cesserà l'azione e il cane dovrà lasciare la presa. E' ammesso un solo comando ("Lascia").
Abbandonata la presa il cane dovrà vigilare attentamente il figurante fino al sopraggiungere del conduttore.
Se il cane esegue la vigilanza dalla posizione di seduto o di terra il conduttore, una volta al fianco al cane, può confermare la posizione del cane con il comando; successivamente, farà assumere al cane la posizione base e metterà il guinzaglio al cane. Su indicazione del giudice si recherà con il cane al piede dietro al nascondiglio indicatogli, mentre il figurante a sua volta si recherà dietro ad altro nascondiglio, anche questo indicato dal giudice.

 

Attacco a conduttore e cane (lanciato):
Punti 40 (Comandi: "Attacca"-"Lascia")

Su indicazione del giudice il conduttore esce dal nascondiglio con il cane al guinzaglio, si reca nel punto indicato dal giudice sulla linea mediana del campo, assume la posizione base e toglie il guinzaglio al cane. Il cane può essere trattenuto per il collare, ma deve mantenere la posizione base fino a quando il giudice non autorizza la difesa per sventare l'attacco del figurante. Il cane non può essere incitato dal conduttore. Per il cane che non mantiene la posizione base la penalizzazione sarà fino a 3 punti.
Su invito del giudice il figurante munito di bastone esce dal nascondiglio e si dirige al passo normale verso il cane, il conduttore dalla posizione base intima al figurante di fermarsi con il comando "alto là" . Il figurante ignorando l'intimazione attacca frontalmente il cane al passo di corsa minacciandolo con il bastone. Al comando del giudice il conduttore, senza muoversi dal posto, con il comando "attacca" fa intervenire il cane.
Il cane deve difendersi affrontando il figurante senza esitazioni afferrando la manica con presa forte, sicura e senza nervosismo. Dopo breve ingaggio con il cane il figurante cessa l'azione e si immobilizza; il cane deve abbandonare la presa e cessare l'azione autonomamente o al comando "Lascia" del conduttore, poi vigilare attentamente il figurante fino a che il conduttore non sarà al suo fianco.
Su indicazione del giudice il conduttore si reca al fianco del cane ordina al figurante di retrocedere di qualche passo, fa assumere al cane la posizione di "Terra" e procede alla perquisizione e disarmo del figurante. Il conduttore ritorna al fianco del cane e, dopo aver assunto la posizione base, mette il guinzaglio al cane e con il cane al piede si reca alla destra del figurante facendo assumere al cane nuovamente la posizione base: da questa posizione inizia l'accompagnamento del figurante al giudice al quale il conduttore consegna il bastone.

 


Ricerca
2° e 3° Brevetto
Ricerca

 

2° e 3° Brevetto
Ricerca
(Comandi: "Vai", "Vieni" oppure il "Nome" del cane)
  2° Brev. 3° Brev.
Punti 5 5

Al comando del conduttore "Vai", il cane dalla posizione base deve dirigersi ad andatura veloce, verso il nascondiglio indicatogli, esplorarlo oppure girandogli attorno a stretto raggio mentre il conduttore camminerà in avanti mantenendo la linea mediana del campo. Effettuata l'esplorazione, del 1° nascondiglio il conduttore può richiamare il cane con il comando "Vieni" e, senza farlo fermare, inviarlo con un successivo comando "Vai" verso il nascondiglio n° 2 dalla parte opposta del campo e proseguire così fino al nascondiglio n° 6 dietro al quale si trova il figurante (vedi schema).
Quando il cane ha raggiunto l'ultimo nascondiglio il conduttore deve fermarsi.
Il comando può essere accompagnato dal gesto del braccio per indicare al cane la direzione. Il cane durante l'esplorazione deve sempre trovarsi davanti al conduttore.
Il cane deve esplorare in modo sollecito, dimostrando interesse, guardando dietro al nascondiglio, oppure girandogli attorno a stretto raggio.
Non è permessa la rinuncia alla ricerca con l'invio diretto del cane al nascondiglio in cui si trova il figurante.

Affronto e Abbaio
(nessun comando)
  2° Brev. 3° Brev.
Punti 10 10

Scovato il figurante il cane lo deve affrontare e segnalare abbaiando con continuità verso di lui. Il cane non deve ne' toccare ne' mordere il figurante ma attendere il conduttore senza distrazioni o interrompere l'abbaio.
Solo su indicazione del giudice, il conduttore si avvicina al nascondiglio e si ferma alla distanza di 3/4 passi di fronte al figurante e dietro al cane. Su ulteriore indicazione del giudice, il conduttore, richiama al piede il cane che assumerà la posizione base.
Il conduttore ordina al figurante di uscire dal nascondiglio e di allontanarsi di circa 8/10 passi. Successivamente, con il cane al piede il conduttore si avvicina al figurante e assume la posizione base alla distanza di circa 4/5 passi dal figurante nel punto indicato dal giudice o contrassegnato a terra. Il conduttore dalla posizione base ordina al figurante di alzare le braccia e, prima di procedere alla perquisizione, fa assumere al cane con il comando la posizione di terra. Da questa posizione il cane deve vigilare attentamente il figurante. Il conduttore, quindi, procederà alla perquisizione del figurante per poi recarsi a ispezionare il nascondiglio.
Il figurante in questa fase non deve essere disarmato dal conduttore.

Fuga
(Comando: "Lascia")
  2° Brev. 3° Brev.
Punti 10 10

Mentre il conduttore si trova dietro al nascondiglio su indicazione del giudice il figurante effettua una fuga cercando di allontanarsi velocemente dal cane in vigilanza. Il cane deve intervenire con tempestività afferrando il figurante per impedirgli la fuga con presa forte e sicura. Quando il figurante desiste dal suo tentativo, fermandosi, Il cane deve lasciare la presa (facoltativo il comando "Lascia") e vigilare sul figurante senza distrarsi.

Attacco del figurante al Cane
(Comando: "Lascia")
  2° Brev. 3° Brev.
Punti 20 20

Ad un cenno del giudice il figurante assale il cane usando come minaccia un il bastone flessibile senza colpire il cane. Il cane deve rispondere immediatamente all'azione del figurante senza esitazioni afferrando il figurante per impedirne l'attacco. Quando il cane avrà ben afferrato la manica il figurante colpirà il cane due volte con il bastone flessibile e dopo alcuni passi cesserà l'azione. Cessata l'azione del figurante il cane deve abbandonare la presa, autonomamente o al comando "Lascia", e rimanere in vigilanza attenta del figurante. Su indicazione del giudice il conduttore si reca dal cane ponendosi alla sua destra. Quindi assume la posizione base, ordinerà al figurante di allontanarsi di alcuni passi.

Accompagnamento da tergo
(Comando: "Piede")
  2° Brev. 3° Brev.
Punti 5 5

Il conduttore si trova nella posizione base con la quale ha avuto termine l'esercizio precedente, da questa posizione ordina al figurante di camminare, che seguirà alla distanza di circa 5 passi. Il cane deve camminare correttamente al fianco del conduttore e vigilare attentamente il figurante che lì precede. L'esercizio può essere eseguito in linea retta oppure con degli angoli, a discrezione del giudice.

Affronto a conduttore e cane
(Comando: "Lascia", "Piede")
  2° Brev. 3° Brev.
Punti 20 15

Percorsi 30 passi circa ad un cenno del giudice il figurante, senza interrompere la marcia, affronterà il conduttore. Senza alcun intervento o comando da parte del conduttore il cane deve immediatamente afferrare il figurante con presa energica e sicura. Il conduttore non può seguire il cane ma deve rimanere immobile sul posto. Ad un cenno del giudice il figurante si ferma e il cane deve abbandonare la presa autonomamente o al comando "Lascia" e vigilare attentamente. Su indicazione del giudice, il conduttore si reca al fianco del cane e ordina al figurante di retrocedere di qualche passo. Fa assumere al cane la posizione di "Terra" e procede alla perquisizione ed al disarmo del figurante. Il conduttore ritorna al fianco del cane e, dalla posizione base si reca con il cane al piede alla destra del figurante facendo assumere di nuovo al cane la posizione base. Da questa posizione inizia l'accompagnamento del figurante verso il giudice al quale il conduttore consegna il bastone. Il figurante abbandona il campo oppure si reca dietro al 6° nascondiglio. Il conduttore con il cane a fianco si reca dietro al nascondiglio indicatogli dal giudice.

Attacco al cane e conduttore
(Comandi: "Attacca" - "Lascia")
  2° Brev. 3° Brev.
Punti 30 20

Su indicazione del giudice il conduttore con il cane al piede, libero dal guinzaglio, si reca nel punto indicato dal giudice sulla linea mediana del campo e assume la posizione base. Il cane può essere trattenuto per il collare, ma deve mantenere la posizione base fino a quando il giudice non autorizza la difesa per sventare l'attacco del figurante. Il cane non può essere incitato dal conduttore. Per il cane che non mantiene la posizione base la penalizzazione sarà fino a 3 punti. Su invito del giudice il figurante munito di bastone esce dal nascondiglio posto alla distanza dal conduttore di circa 70/80 passi, dirigendosi al passo normale (per il 3° Brevetto al passo di corsa) verso la linea mediana del campo. Il conduttore dalla posizione base intima al figurante di fermarsi con il comando "alto la". Il figurante, ignorando l'intimazione, attacca frontalmente al passo di corsa minacciando con il bastone conduttore e cane. Al comando del giudice il conduttore, senza muoversi dal posto, fa intervenire il cane con il comando "attacca".
Il cane deve difendersi affrontando il figurante senza esitazioni con presa forte e sicura e senza nervosismo. Dopo breve ingaggio con il cane il figurante cessa l'azione e si immobilizza. Il cane deve abbandonare la presa e cessare l'azione, autonomamente o al comando "Lascia" del conduttore, e vigilare attentamente il figurante fino a che il conduttore non sarà al suo fianco ( nel 2° Brevetto) ovvero fino all'inizio dell'esercizio di "Affronto al cane" (nel 3° Brevetto).
Nel 2° Brevetto il conduttore si reca al fianco del cane, in vigilanza, e su indicazione del giudice ordina al figurante di retrocedere di qualche passo. Fa assumere al cane la posizione di "Terra" e procede alla perquisizione e disarmo del figurante. Il conduttore ritorna al fianco del cane e, dopo aver assunto la posizione base, si reca con il cane al piede alla destra del figurante facendo assumere al cane la posizione base. Da questa posizione inizia l'accompagnamento del figurante verso il giudice al quale il conduttore consegna il bastone. Dopo la presentazione e la consegna del bastone al giudice il conduttore mette al guinzaglio il cane e il figurante lascia il terreno di prova.

Schema dell'attacco a conduttore e cane
Schema attacco a conduttore e cane

 

 

Affronto al Cane
(comando: "Lascia")
  2° Brev. 3° Brev.
Punti - 15

Cessata l'azione dell'attacco precedente, ad un cenno del giudice il figurante assale il cane usando come minaccia il bastone flessibile ma senza colpire il cane. Il cane deve rispondere immediatamente all'azione del figurante senza esitazioni, afferrando il figurante per impedirne l'attacco. Quando il cane avrà ben afferrato la manica il figurante lo colpirà due volte con il bastone flessibile e, dopo alcuni passi, cesserà l'azione. Cessata l'azione del figurante il cane deve abbandonare la presa, autonomamente o al comando "Lascia", e rimanere in vigilanza attenta del figurante. Su indicazione del giudice il conduttore si reca dal cane ponendosi alla sua destra, ordina al figurante di retrocedere di qualche passo, fa assumere al cane la posizione di "Terra" e procede alla perquisizione e disarmo del figurante.
Il conduttore ritorna poi al fianco del cane e, dalla posizione base, si reca alla destra del figurante con il cane al piede facendo assumere di nuovo al cane la posizione base. Da questa posizione inizia l'accompagnamento del figurante verso il giudice.
Dopo la presentazione finale e la consegna del bastone al giudice il conduttore mette al guinzaglio il cane e il figurante lascia il terreno di prova.