Ordinanza Turco: ricorso ENCI al TAR

Con riferimento all’Ordinanza del Ministero della Salute “Tutela dell’incolumità pubblica dall’aggressione di cani”, l’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana comunica ai propri Soci che, di concerto con il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, ha lavorato direttamente con i propri rappresentanti al fine di effettuare modifiche migliorative al testo dell’Ordinanza.
In attesa di conoscere l’esito di tale lavoro, svolto ufficialmente e sul piano istituzionale, l’ENCI, insieme alle centinaia di allevatori che nel corso dell’Esposizione di Milano hanno conferito la propria procura, ha regolarmente presentato ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio, vista la decorrenza dei termini, chiedendo l’immediata sospensione cautelare dell’Ordinanza in argomento e la discussione nel merito.
Tutto ciò al fine di tutelare i legittimi interessi degli allevatori cinofili pesantemente danneggiati dall’Ordinanza Turco.
I Soci dell’ENCI verranno informati della data fissata per l’udienza.

Il Presidente
Dott. Domenico Attimonelli


[Chiudi]